ORGANON

Maggio – Luglio 2017. La prevenzione primaria delle problematiche alcol-correlate nell’adolescenza. Progetto per le scuole superiori.

Quest’oggi mi sono alzato e nello specchio ho visto una persona nuova. Prima di entrare in comunità ero un corpo inerme in balia della marea. Occhio spento e viso incupito, passavo le giornate cancellandole dal calendario, ora dopo ora. Questi tre mesi in comunità mi hanno dato nuovi spunti di vita e speranza. L’alcol e le droghe la facevano da padrone ed io subivo, mentre ora, con giorni di sobrietà, mi sento già un uomo libero. Spero che il mio percorso vada sempre avanti in questo modo, in maniera da poter restare il più a lungo possibile un alcolista non attivo.
(
Testo di un Ospite della Comunità Fispa di Oriolo Romano)

 

Questo progetto, pensato per gli adolescenti che frequentano le scuole superiori, realizzato tra maggio-luglio 2017 in collaborazione con la Fondazione Italiana Silvestrelli per l’Alcolismo (FISPA) e replicabile, consiste in un intervento di prevenzione dal consumo eccessivo di alcol, e in una riflessione riguardante tutte le dipendenze aspecifiche. Il percorso vuole porre i ragazzi di fronte alla realtà del vissuto della dipendenza da alcolismo, combattendo in tal modo i miti, mode e abuso rispetto al bere.

Nel primo incontro (I anno – 2° liceo) un ospite della comunità, reduce da un’esperienza di dipendenza da alcol si presentato ai ragazzi ponendoli di fronte alla narrazione di una vita, la sua, interrotta e faticosamente ricostruita in Comunità. A questa prima esperienza, accompagnata da un supporto informativo è seguito un secondo incontro che si è svolto attraverso un momento di riflessione in cui i giovani si sono confrontato tra di loro elaborano idee, analisi e proposte relative al problema specifico ed al percorso esistenziale che ha prodotto questa crisi e che può portare, in generale, alla dipendenza da sostanze.

Nel terzo incontro (II anno – 3° liceo) il tema della dipendenza, vissuta attraverso il confronto diretto con la patologia, è stata affronta con la visione di alcuni cortometraggi e la lettura di articoli di giornale riguardanti fatti di cronaca. In classe si è discusso su contenuti sociologici e patogeni dalla realtà quotidiana apparentemente inoffensiva, sollecitando lo spirito critico e argomentativo dei ragazzi.

L’ultimo incontro, infine, è stao quello più impegnativo: ai ragazzi è stato richiesto di partecipare attivamente a un incontro di “pratiche filosofiche”, con lo scopo di ampliare la propria riflessione e la propria visione del mondo, in relazione alle questioni affrontate negli incontri precedenti.

Tutto il percorso è stato preceduto da un incontro organizzativo preliminare con la Direzione dell’Istituto Scolastico e concluso con una relazione ed un feedback finale.

Obiettivi specifici del progetto:

  • Ampliamento delle corrette conoscenze sul tema;
  • Ampliamento delle capacità di riflessione creativa sul fenomeno di dipendenza;
  • Impulso alla partecipazione e discussione sul tema;
  • Impegno nel problema;
  • Ampliamento della propria visione del mondo e delle proprie mappe mentali;

Il Percorso è flessibile e personalizzabile in funzione delle esigenze e delle specificità dell’Istituto, dei ragazzi e delle famiglie (sono possibili moduli di 1, 2 o 3 interventi).

Per informazioni, contattare: Valentina Napolitano, Stefano Salvago.

 

 

© 2018 Tommaso Fagioli - Terms & Conditions